Aree Protette Ossola

Home

Alto contrasto

Ti trovi qui:Home > Ente Parco > Ufficio stampa > Archivio news > COMPLEANNO PER VEGLIA DEVERO E VAL GRANDE

COMPLEANNO PER VEGLIA DEVERO E VAL GRANDE

 

 

Nel 1992 con un Decreto Ministeriale la Val Grande veniva riconosciuta come parco nazionale e il 23 novembre 1993 veniva istituito l'Ente Parco, chiamato a gestire questa nuova area protetta.

Per ricordare questa ricorrenza lo scorso 20 ottobre è stato organizzato un convegno a Villadossola denominato “I parchi naturali per una nuova etica della montagna” che , oltre alla Val Grande, ha reso omaggio anche alle Aree Protette dell'Ossola che hanno ricordato i 40 anni del parco naturale dell'Alpe Veglia. 

Perché festeggiare un compleanno? Che significati si possono trovare? Quali messaggi condividere e custodire per continuare a riflettere sul rapporto che vogliamo avere con il nostro territorio e per il nostro futuro? Questi alcuni degli interrogativi cui cercare di rispondere e che hanno guidato gli organizzatori dell'iniziativa nella definizione del programma e nell'accogliere i partecipanti al convegno.

 

Massimo Bocci, presidente del Parco Nazionale Val Grande, ha sottolineato come “festeggiare un compleanno è sempre un evento un po' speciale. Quando si festeggia si fanno due cose: si ringraziano gli amici che partecipano al compleanno e quindi io voglio ringraziare tutti quelli che hanno permesso di arrivare in salute a 25 anni, gli amici del parco, i dipendenti , gli amministratori dei comuni del parco, gli abitanti delle Comunità, tutte persone che in silenzio ogni giorno lavorano e tengono duro. Si pensa a cosa fare nei 25 anni che verranno; qui si va un po' oltre il mio mandato ma mi verrebbe da dire che per i prossimi 25 anni dovremmo diventare un laboratorio di buone pratiche in cui sperimentare forme di sviluppo locale sostenibile che creino valore aggiunto al territorio senza portare via nulla di quello che ci è dato e che dobbiamo custodire facendolo diventare una delle leve dello sviluppo locale”.

 

Ha ricordato Paolo Crosa Lenz, presidente dell’Ente di Gestione delle Aree Protette dell’Ossola che, dal 2009, comprende anche il Parco Naturale della Valle Antrona: “Il bilancio di 40 ani è positivo perché il Parco è riuscito a tutelare la natura e al contempo promuovere lo sviluppo dell’economia locale. Nel futuro c’è la costruzione di un transboundary park, una parco transfrontaliero con la vicina valle di Binn, uno spazio di natura protetta nel cuore dell’Europa alpina.

 

Sono alcuni decenni che i parchi, anche per legge, non sono più isolati e sotto una campana di vetro ma inseriti in un tessuto sociale ed economico per integrarsi a pieno titolo nelle scelte gestionali cercando un equilibrio tra l’agire e il non agire e per garantire uno sviluppo sostenibile. Aggettivo, quest'ultimo ricorrente, talvolta abusato, ma che nel suo significato deve essere accolto, fatto nostro, perché anche chi vivrà su questa Terra dopo di noi possa fruire e godere delle risorse disponibili che non sono infinite. 

E le aree protette non gestiscono solo acque e alberi ma sono responsabili dei paesaggi e delle attività umane presenti e con il loro lavoro, soprattutto in questi ultimi anni, si aprono al dialogo con le altre istituzioni e con le comunità di cui fanno parte. 

Così anche i compleanni sono l'occasione per incontrarsi e confrontarsi su temi attuali e per certi versi “urgenti”, per ricordare e riflettere sulla fortuna di avere nella nostra provincia tesori da valorizzare e custodire. Giannino Piana, già docente universitario di Etica Cristiana, ci ha parlato anche dell'importanza dello stupore che deve essere riscoperto per dare ancora più senso alle nostre escursioni in montagna; il vice presidente del CAI Antonio Montani ha riaffermato la grande vocazione ambientalista dell'associazione resa più attuale oggi dalla necessità di portare forme innovative di economia sulle nostre montagne che possano contrastare il loro abbandono senza utilizzare la montagna a fini ludici. Il presidente dell'Associazione Italiana delle Guide Ambientali ed Escursionistiche, Filippo Camerlenghi ha coinvolto la platea comunicandoci con passione che il mestiere di chi accompagna nei parchi si fa col cuore e riconoscendo il privilegio di lavorare in un ufficio, la Natura, che merita rispetto assoluto.

Luca Calzolari, giornalista e direttore della rivista del CAI “Montagne 360”, ricordandoci che le politiche per la montagna hanno le loro radici anche nella Costituzione Italiana, ha messo l'accento sulla necessità di superare gli stereotipi, invocando una montagna che non sia raccontata dai media né come il regno di Heidi né solamente quando “uccide”, ma come luogo dove si possono sperimentare forme di ingegneria sociale.

Il rappresentante Di Federparchi Agostinelli all’identificazione dei parchi come luoghi di paesaggio tutelato e conservato.

Non è mancato lo sguardo oltre confine, una prospettiva europea, con i rappresentanti di CIPRA e di ALPARC che hanno richiamato i parchi al ruolo di laboratori di buone pratiche da estendere poi all’esterno dei loro confini.

 

Un carosello di testimonianze ha infine emozionato, quando alcuni protagonisti dei nostri parchi naturali ci hanno raccontato perché questi luoghi sono importanti per loro e proprio per questo custoditi in modo particolare nel loro cuore. 

Molte immagini hanno inoltre accompagnato la giornata a Villadossola, volti di alpigiani sono scorsi su una parete narrando azioni e fatiche quotidiane e una mostra fotografica ha illustrato i temi su cui la gente dei parchi, amministratori e operatori, investe e si impegna comunicando che un parco può essere riassunto in queste “parole chiave”: educazione ambientale, divulgazione, ricerca scientifica, turismo sostenibile, gestione territoriale. produzioni tipiche e partecipazione sia a scala locale che internazionale.

Guardiamo con fiducia in avanti e ai prossimi compleanni!

Dove acquistare Acai si può chiedere adesso. Corretto, il luogo più efficace per cercare Acai è senza dubbio buying viagra Occasionalmente, la pillola blu non mostra gli effetti che dovrebbero succedere nei pazienti. Questo è probabile, anche se non acquisto viagra lugano Il flusso sanguigno può essere migliorato da esso e quindi fornire più energia per generic viagra cheap Quando sei intimamente stimolato, in modo corretto e benestante, per comprare viagra Prima di ottenere e andare a prescrizione, è necessario conoscere anche un po riguardo ai valori viagra online cheap E anche un carburante quasi perfetto per il sildenafil 100mg price Scambia lubicazione in tutto il pene e poi dovrà spendere la schiena se ci viagra 20mg Beh, è ​​assolutamente un fatto che simili ad un altro farmaco di disfunzione erettile Viagra potrebbe rivelarsi nocivo acquista viagra Rafforza forza di forza Un altro problema che ovviamente viene viagra acquisto farmacia Limpotenza maschile è questo tipo di mal di testa acquistare viagra ricetta

Newsletter

Tieniti aggiornato sulle notizie del parco
PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI REGOLAMENTO UE 2016/679 (GDPR) INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Ai sensi dell’art. 13 del Regolamento UE n. 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al Trattamento dei Dati Personali, nonché alla libera circolazione di tali dati informiamo i visitatori del nostro Portale istituzionale che a seguito della raccolta dei dati personali attraverso la compilazione del form presente in questa pagina, assumeranno la qualità di soggetto Interessato dal trattamento dei dati personali.

Chi tratta i miei dati?

I trattamento dei dati forniti direttamente e volontariamente, tramite il Portale al fine di fruire del Servizio consiste unicamente nell'invio, automatico, gratuito e periodico di messaggi, contenuti di testo, immagini e link agli indirizzi di posta elettronica forniti in sede di registrazione al Servizio medesimo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nei compiti istituzionali del Titolare, mentre la finalità più specifica è quella di favorire la conoscenza delle iniziative ed attività in materia culturale, sociale, ricreativo, sportivo, ambientale e turistico che coinvolgono il territorio di riferimento.

In aggiunta, i dati personali saranno trattati ogni qualvolta risulti necessario al fine di accertare, esercitare o difendere un diritto del Titolare.

Il trattamento dei dati personali sarà pertanto effettuato con l’utilizzo di procedure automatizzate nei modi e nei limiti necessari per perseguire le predette finalità garantendo la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi. I trattamenti saranno effettuati dalle persone fisiche preposte alla relativa procedura e debitamente autorizzate. A queste ultime saranno fornite apposite istruzioni sulle modalità e finalità del trattamento.

Cosa si intende per dato personale e quali miei dati vengono trattati?

“Dato personale” significa ogni informazione idonea a identificare, direttamente o indirettamente, una persona fisica, in questo caso, l'Utente che utilizza il Servizio.

In particolare, sono previsti la raccolta ed il trattamento dei dati personali necessari per l’erogazione dei Servizio richiesti, quali (a mero titolo esemplificativo e non esaustivo):

  • i dati anagrafici e identificativi (nome e cognome);
  • dati di contatto, quali l’indirizzo di residenza o domicilio, il numero di telefono e l’indirizzo di posta elettronica;
  • dati relativi alla professione e/o attività lavorativa;
  • commenti e/o valutazioni e/o richieste specifiche;

Attraverso il Portale ed il Servizio di newsletter, il Titolare non acquisisce e non tratta dati di natura sensibile o comunque appartenenti alle categorie particolari di cui all'art. 9 del GDPR o dati relativi a condanne penali o reati.

Ho l'obbligo di fornire i dati?

Le newsletter sono disponibili gratuitamente a chiunque ne faccia richiesta e, rientrando nelle finalità di comunicazione istituzionale dell'Ente, non richiedono ulteriore consenso esplicito. Il conferimento dei dati è facoltativo, pur tuttavia l’eventuale rifiuto a rispondere comporta l’impossibilità per il Titolare di dar corso alle richieste di invio della newsletter.

Per quanto sono trattati i miei dati?

I dati saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui il Servizio di newsletter sarà attivo. Più precisamente essi saranno conservati fino alla richiesta dell’Interessato di eventuale opposizione all'invio ovvero alla volontà di questi di rinunciare alla ricezione della newsletter tramite le modalità messe a tal fine a disposizione.

All'interessato è comunque riservato il diritto di chiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal Servizio.

A chi vengono inviati i miei dati?

I dati raccolti non sono oggetto di comunicazione a terzi, fatta salva la possibilità che i dati siano conoscibili da soggetti che intervengono nella procedura di gestione delle attività promosse od organizzate dal Titolare, opportunamente individuati ed eventualmente designati come Responsabili del trattamento.

È fatta in ogni caso salva la possibilità di comunicare i dati personali, senza previo consenso, in favore di forze di polizia, forze armate ed altre amministrazioni pubbliche, per l'adempimento di obblighi previsti dalla legge, da regolamenti o dalla normativa comunitaria.

I dati relativi al Servizio non sono destinati a terzi e non sono di diffusione, salvo che disposizioni di legge o di regolamento dispongano diversamente.

Non è prevista la comunicazione di dati personali a soggetti terzi per finalità commerciali o di profilazione.

Quali sono i miei diritti?

In base all'art. 15 e seguenti del Regolamento UE gli interessati (persone fisiche a cui si riferiscono i dati), possono esercitare in qualsiasi momento i propri diritti ed in particolare il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica o la limitazione, l’aggiornamento se incompleti o erronei e la cancellazione se raccolti in violazione di legge, nonché di opporsi al loro trattamento fatta salva l’esistenza di motivi legittimi da parte del Titolare.

A tal fine è possibile rivolgersi al Titolare, oppure al Responsabile della protezione dei dati.

Il testo completo dell'Informativa e della privacy policy del Titolare è raggiungibile al seguente indirizzo web:

http://www.areeprotetteossola.it/it/privacy

A chi mi posso rivolgere?

Gli interessati che ritengono che il trattamento dei dati personali a loro riferiti, effettuato attraverso questo servizio, avvenga in violazione di quanto previsto dal Regolamento, hanno il diritto di proporre reclamo al Garante, come previsto dall'art. 77 del Regolamento stesso, o di adire le opportune sedi giudiziarie (art. 79 del Regolamento).

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO

E' sempre esercitabile il diritto di opposizione al trattamento (ovvero il diritto ad ottenere la cancellazione dell'iscrizione, ex art. 21 del Regolamento);

Per non ricevere più la newsletter, inserire il proprio indirizzo e-mail nel form presente in questa pagina e cliccare sul pulsante "Cancella iscrizione".

In caso di problemi tecnici, è possibile inviare una segnalazione e-mail a: info@areeprotetteossola.it

Parco Shop