Questo contenuto è disponibile anche in

Da La Vasca si attraversa il ponte e si segue per un breve tratto (150 metri) la strada carrozzabile che conduce al “Blizz” e dove questa fa una pronunciata curva a gomito, si imbocca un ampio sentiero (M33) che ricalca i resti di una vecchia mulattiera, a tratti più evidente, che si innalza nel bosco e presenta una segnaletica evidente col consueto segnavia segnavia bianco-rosso. Dopo una prima breve ripida ascesa, ha inizio una lunga diagonale su un percorso che riprende i connotati della vecchia mulattiera il quale, attraversando gli ampi pascoli e le numerose baite anche poste tra i nuclei principali di “In Bies” (m 974) e “Crest” (m 1247), conduce nella valle del Rio Rodeggia. L’itinerario prosegue nel bosco su una mulattiera, ora più ripida, a tratti scalinata e lastricata, che permette di raggiungere l’alpe Cortignasco. Dall’alpeggio sempre a mezzacosta e per mulattiera si prosegue sino alla Bocchetta di Sant’Antonio. Seguendo il filo della cresta si sale al Monte Ziccher.
Tornati alla Bocchetta si prende il sentiero M37 che costeggia alla base il Monte Ziccher e con lungo diagonale si scende agli alpi Oro e Pragrande e infine all’Alpe Blizz. Da qui seguendo la strada si rientra a La Vasca.

Note: Dalla Bocchetta di Sant’Antonio la salita al Monte Ziccher presenta un passaggio breve ma delicato nell’attraversamento di un canalino con terriccio friabile: prudenza e attenzione.

Ultimo aggiornamento: 06/03/2018 ore 14:44:30

Informazioni sul percorso

Località di partenza

La Vasca

Indice itinerario

M33 + M37 + strada

Dislivello in salita

1030 m

Dislivello in discesa

1030 m

Lunghezza

12,5 km

Tempo di percorrenza

5 h 45 min

Sentieri

M33 + M37 + strada

Difficoltà

E (medio difficile)

Periodo consigliato

Giugno - Ottobre

Area

Valle Vigezzo

Punti di interesse

Itinerario ad anello che permette di raggiungere gli ultimi larici che segnano il limite forestale verso lo spartiacque con la Valle Onsernone, tra boschi, pascoli e luoghi di grande panoramicità

Note

Dalla Bocchetta di Sant’Antonio la salita al Monte Ziccher presenta un passaggio breve ma delicato nell’attraversamento di un canalino con terriccio friabile: prudenza e attenzione.

© 2017 Ente di Gestione Aree Protette dell’Ossola | Privacy | Cookies  | Accessibilità | Credits

Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie di terze parti, per migliorare il funzionamento del sito stesso.Cliccando su 'Accetto' acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di piu'...privacy policy.

  Io accetto i cookie di questo sito
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk